.
Annunci online

il-cannocchiale [ ]
 





Benvenuto su Liber Liber

DIZIONARIO ETIMOLOGICO

on line 







http://www.museionline.it/

RIVISTE D'ARTE













Link musicale 

MUSEI SCIENTIFICI

INFORMAZIONI. (orario)

Previsioni del tempo

Pagine Bianche

Trenitalia

 TuttoCittà

Strade d'Italia



13 dicembre 2005




http://liberaliperisraele.ilcannocchiale.it/

Il post che proponiamo, benchè scritto in data di ieri, deve essere cercato
già molte pagine indietro,perchè l'autrice, impegnata in un sito specializzato su Israele, 
detiene, si può dire, il "record" per quantità quotidiana di post nel cannocchiale
In effetti i più proficui sono proprio i siti tematici, dove si va a colpo sicuro
senza rischiare di perdere tempo con ricerche dispersive.
(pur avendo già letto ieri il post, per una sorta di nostalgia non si riusciva a trovare il coraggio di spingere sotto il post di jgpage, a cui siamo legati da uno speciale affetto, ma questo non va bene, perchè adesso chi vuol cercare l'originale di questa pagina deve andare addirittura tre...o già forse quattro...schermate indietro)



Germania: rubato raro «anello della morte» reliquia nazista

Esemplari di anello della morte
 
Ha un prezzo di almeno 10mila euro, ma più importante è il valore storico
Germania: rubato raro «anello della morte»
Trafugato dall'ex rifugio di Hitler sulle Alpi uno dei pochi esemplari rimasti degli anelli che Himmler regalava ai più valorosi ufficiali Ss
 
BERLINO (GERMANIA) - Un esemplare di "anello della morte", una delle reliquie più preziose del periodo nazista è stata rubata durante una mostra che si è tenuta pochi giorni fa dove un tempo si trovava il Bergof, il rifugio alpino di Hitler. Il "Death's Head", letteralmente "testa di morte", è uno dei pochi anelli nazisti pervenuti fino a noi e che era donato dal capo delle SS, Heinrich Himmler agli ufficiali più meritevoli.
ISCRIZIONI - Sull'anello della morte sono iscritte le iniziali di Himmler e i pochi esemplari, sopravvissuti alla caduta del nazismo, sono venduti ad un prezzo che supera i 10.000 euro. La polizia tedesca ha già offerto una ricompensa di 1500 euro a chi restituirà l'anello della morte. Allo stesso tempo gli investigatori sono scettici sul recupero dell'oggetto visto che sono quasi certi che l'anello sia stato rubato da un simpatizzante neonazista ed è probabile che costui desideri tenere con sè l'oggetto come una preziosa reliquia.
STORIA - Himmler presentò il nuovo anello nell'Aprile del 1934 e in un primo momento questo fu offerto solo agli ufficiali più valorosi. Ma dal 1939 per ottenere l'anello bastavano tre anni di servizio nelle SS. I primi anelli, tutti d'argento e su cui è dipinto un teschio hanno un valore economico molto alto. L'anello rubato in questi giorni fu assegnato ad un misterioso ufficiale il 1 dicembre del 1934.
CERIMONIA - Durante la cerimonia di presentazione dell'anello così Himmler definì il senso dell'oggetto: L'anello della morte non può essere comprato o venduto e non deve cadere mai nelle mani di chi non ha il titolo per portarlo...Portate l'anello con onore!"
MORTE - Gli ufficiali SS diedero grande importanza all'anello. In caso di morte, l'oggetto doveva essere rimosso dal cadavere e inviato al quartier generale delle SS, il castello di Wewelsburg in Germania, dove Hitler, negli anni 30 aveva creato, dopo una cerimonia parareligiosa, il corpo armato delle SS.
UFFICIALI - Circa 14.500 ufficiali ottennero l'anello. Dopo il gennaio del 1945, il 64% degli anelli tornarono al quartier generale delle SS, mentre i restanti esemplari o furono persi in battaglia o rimasero agli ufficiali. Himmler, durante la primavera dello stesso anno, ordinò che gli anelli ritornati al quartier generale,fossero distrutti con l'esplosivo nelle montagne vicino al castello di Wewelsburg.
SCOMPARSA - Da allora non furono più trovati. Oggi esistono solo 3.000 esemplari di questi oggetti e il loro valore aumenta di anno in anno. Il furto di questo anello non è l'unica reliquia nazista rubata nel 2005. Nel giugno scorso è stato portato via un distintivo d'oro del partito nazista, durante una mostra a Mosca. Il valore dello stemma era di quasi 3 milioni di euro.
Francesco Tortora

Qui si raccolgono post che rivestono un qualche interesse,
senza distinzioni politiche, filosofiche ecc..
.purchè gli autori dei siti ce lo permettano.
SONO BEN ACCETTE SEGNALAZIONI E AUTOSEGNALAZIONI
SIA PER MEZZO DEL COMMENTO CHE ALL'INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA
siagelo1@tiscali.it




permalink | inviato da il 13/12/2005 alle 10:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
sfoglia     novembre        gennaio