Blog: http://il-cannocchiale.ilcannocchiale.it

(E' un post per me)

http://www.artisanexpo.it/show.jsp?page=8290#pantaloni

ABBIGLIAMENTO

» ATTACCARE UN BOTTONE
» FARE L'ORLO AI PANTALONI
» SOSTITUIRE UNA CERNIERA LAMPO
» ELIMINARE PIEGHE E LINEE DI CUCITURA
» STRINGERE LE GAMBE DEI PANTALONI


ATTACCARE UN BOTTONE
"Non è neanche capace di attaccare un bottone!" - si dice di una persona che abbia poca dimestichezza con i lavori casalinghi. Eppure non sempre è così facile applicare un bottone: occorre conoscere alcune "malizie" per ancorare saldamente questi piccoli accessori.
Innanzitutto vale anche qui il detto "prevenire è meglio che curare": appena vi accorgete che i fili cominciano a logorarsi, intervenite subito, dando un'occhiata anche agli altri bottoni.
Usate filo ritorto per occhielli, di seta o cotone (ma va benissimo anche il filo interdentale cerato!) con un ago da ricamo a cruna larga, in modo da poter inserire il filo doppio. Con questo sistema risparmierete tempo, cucendo con quattro capi di filo assieme. Ricordatevi di annodare l'estremità dei capi e passare il filo sulla cera di una candela bianca per evitare che si aggrovigli.
Inserite l'ago nel diritto della stoffa, nel luogo preciso dove va attaccato il bottone. Fissate il filo con qualche punto, poi infilate il bottone nell'ago. Tenendo l'ago dritto, fate passare il filo un paio di volte in ogni foro, senza tirarlo troppo. I bottoni a quattro fori possono essere applicati in modo che il fili formino una croce, un quadrato, due linee parallele, o un tridente che si dirama da uno dei fori.
Rinforzate i bottoni che vanno sulle stoffe sottili e delicate, come impermeabili o soprabiti, per evitare che la stoffa si strappi. Consigliamo a questo fine di utilizzare un bottoncino piatto, da sistemare all'interno dell'abito, cucendolo insieme al bottone.
Per cucire un bottone in modo che il filo formi un gambo (si usa quando la stoffa dell'abito è molto grossa), fissate il filo, inserire il bottone e fate un punto lungo passando attraverso i tutti i fori. Inserite quindi uno stuzzicadenti tra i fili, fra il bottone e la stoffa. Proseguite con altri tre o quattro punti in ogni foro, quindi togliete lo stuzzicadenti e avvolgete il filo attorno al gambo, bloccandolo poi con parecchi piccoli punti.

» TOP

FARE L'ORLO AI PANTALONI
E' uno dei lavori più frequenti, quasi obbligatorio quando si comprano pantaloni nuovi, venduti quasi sempre senza orlo.
Per stabilire la misura giusta, occorre indossare i pantaloni e fissare l'orlo con alcuni spilli nella posizione giusta. Secondo la regola classica, la parte anteriore del pantalone deve toccare appena la scarpa, mentre la parte dietro dovrebbe essere più lunga di mezzo centimetro, in modo da coprirla parzialmente. Riportate la misura sull'altra gamba stendendo i pantaloni con una gamba sopra l'altra.
Prima di cucire, stirate la piega prestando attenzione a non passare sopra gli spilli. Se l'orlo è molto abbondante, tagliatelo lasciandone circa quattro centimetri.
Controllare che l'orlo sia ben piatto e rifinite il margine con una cucitura a zigzag per evitare che si sfilacci. Imbastite quindi l'orlo, mezzo centimetro più sotto del margine rifinito.
Ricordatevi di tagliare verticalmente il margine per un paio di centimetri in corrispondenza della piega anteriore, in modo che l'orlo possa aprirsi e adattarsi dentro la gamba del pantalone.
Infine cucite a macchina con il punto invisibile, o a mano con il punto mosca.

» TOP

SOSTITUIRE UNA CERNIERA LAMPO
Capita a tutti, prima o poi, di trovarsi in situazioni imbarazzanti a causa della zip dei pantaloni: un dentino che si rompe, la linguetta che si stacca, il fermo inferiore che si sgancia.
Anche qui è importante la prevenzione: ogni tanto passate un pezzo di cera di candela sui dentini e chiudete sempre la cerniera prima di lavare l'indumento, per evitare che il fermo si logori.
Per sostituire la cerniera, rimuovetela scucendola con la punta delle forbici o con l'apposito attrezzo "taglia-asole". Prima di applicare la nuova cerniera, immergetela per mezz'ora in acqua bollente e fatela asciugare, stirandola poi senza passare sui dentini.
Imbastite la cerniera chiusa con gli spilli, quindi apritela e cucite a macchina con l'apposito piedino per cerniere. Stirate infine dal dritto sovrapponendo un panno.

» TOP

ELIMINARE PIEGHE E LINEE DI CUCITURA
Caso tipico: dopo aver allungato l'orlo dei pantaloni, rimane una fastidiosissima piega lungo il vecchio orlo, che non scompare neanche con il ferro sparato alla massima temperatura. Provare a bagnare la piega con una soluzione di acqua e aceto bianco in parti uguali, stirando poi con un panno bagnato.
Per eliminare i minuscoli buchi lasciati nella stoffa dalle cuciture rimosse, stirate sovrapponendo un panno bagnato.

» TOP

STRINGERE LE GAMBE DEI PANTALONI
A tubo, a zampa d'elefante, a sigaretta: cambiano le mode e i pantaloni, nel giro di una stagione, si accorciano, si allargano, si dilatano. Ecco quindi l'imprescindibile necessità di conoscere l'arte di modificare i pantaloni, evitando di buttarli via ad ogni cambio di trend. Una gamba troppo larga si restringe facendo due nuove cuciture, facendo attenzione a distribuire la riduzione a metà tra la cucitura esterna e quella interna. Perché i pantaloni cadano bene, il filo longitudinale dei pantaloni deve infatti rimanere perpendicolare al pavimento.
Innanzi rivoltate i pantaloni, disfate l'orlo inferiore della gamba, tracciando poi all'interno, con il gesso da sarto le nuove linee, a fianco delle cuciture interne ed esterne. Segnate partendo dal ginocchio o dal cavallo (a seconda delle esigenze) e scendendo fino alla piega dell'orlo.
Cucite sulle nuove linee, togliete poi la cucitura originale e se necessario tagliate il sovrappiù, rifinendo poi il margine con una cucitura a zigzag.
Ricucite infine l'orlo, a macchina col punto invisibile, oppure a mano col punto mosca.

» TOP

Pubblicato il 9/1/2007 alle 15.47 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web